Cala Llombards – sabbia bianca e acqua cristallina

【Questa spiaggia ha un Vivere Maiorca Score di 7/10 tra le migliori spiagge Maiorca

Cala Llombards è il nome di una spiaggia di sabbia bianca del lato sud est di Maiorca.

Spiaggia tra le più belle della zona, si trova nei pressi della località di Es Llombards e a pochi chilometri da Santanyi.

Un piccolo arenile largo 150 metri e lungo circa 55. Le sue caratteristiche principali? La sabbia bianca e fine, l’acqua cristallina e i piccoli “garage” per le barche distribuiti lungo le due pareti rocciose che racchiudono Cala Llombards, come spesso accade nelle spiagge di Maiorca.

Cala Llombards e la sua acqua pulitissima

L’acqua limpida di Cala Llombards vista scendendo per la scalinata d’accesso.

Perché consiglio Cala Llombards? Perché rispetto ad altre spiagge vicine e “più celebri”, come Calo des Moros, questa spiaggia è accessibile a tutti, meno affollata e dotata di bar e servizi bar e servizi che non minano comunque alla bellezza della cala.

Essendo un pochino appartata e meno “pubblicizzata” di altre calette vicine, Cala Llombards è una delle preferite dai locali. Quindi shht… non spargiamo troppo la voce e manteniamola segreta!

Senza dubbio una delle spiagge da vedere a Maiorca, a tutti i costi!

Come arrivare a Cala Llombards

Purtroppo, arrivare a Cala Llombards in autobus è impossibile.

Ad ogni modo, Cala Llombards è facilmente raggiungibile in auto. Attenzione: in Google Maps dovrai inserirePlaya Cala Llombards o Mirador de Cala Llombards, altrimenti il navigatore ci porterà al centro del pueblo, che non è ciò che ci interessa.

Il parcheggio è gratuito e semplice da trovare. Si scende una scalinata di circa 40 scalini e, a poco, lo spettacolo si apre davanti ai nostri occhi.

Una distesa di acqua trasparente, protetta da una parete di roccia ricoperta dal verde di pini e arbusti. La voglia di tuffarsi raggiunge livelli massimi!

Cala Llombards: caratteristiche e servizi

A proposito di tuffarsi: Cala Llombards è una delle spiagge preferite dai tuffatori!

Sul lato destro della spiaggia (guardando il mare), ci sono due punti in cui dalla roccia è possibile tuffarsi in acqua senza problemi (anche se personalmente raccomando sempre di fare molta attenzione).

Non ti sarà difficile riconoscere i due “trampolini” naturali: spesso si forma una coda di tuffatori in attesa del loro turno!

Consiglio: Cala Llombards è una delle spiagge più belle a Maiorca dove fare snorkeling. Tra le rocce che la circondano si possono osservare pesci di ogni tipo (oh, non sono un esperto di immersioni, però è davvero uno spettacolo!).

Io uso questa maschera completa comprata su Amazon e mi ci trovo benissimo! Ti lascio il link qui sotto per darci un’occhiata e, eventualmente, acquistarla!

⬇️⬇️⬇️

 

Ristoranti e servizi a Cala Llombards

Sulla spiaggia di Cala Llombards, durante la stagione estiva, è presente il servizio di sicurezza, rendendo Cala Llombards una spiaggia perfetta anche per i bambini.

Si possono noleggiare ombrelloni e lettini e la spiaggia è dotata di due docce e bagni.

E se anche a te, come succede a me, stare in acqua ti fa venire fame, proprio all’ingresso della spiaggia è presente bar ristorante Chiringuito Cala Llombards.

Allora: sinceramente non ho mai mangiato qui, mi è capitato solo una volta di comprare una birra. Devo dire che i piatti che vedevo portare ai tavoli non sembravano affatto male, ma proprio mentre scrivevo questo articolo, per curiosità, mi sono messo a leggere le recensioni su Tripadvisor. Non sono troppo positive, diciamo (puoi controllare tu stesso a questo link).

Insomma, diciamo che come spesso capita, i prezzi dei bar sulle spiagge sono abbastanza gonfiati. Ma per bere qualcosa in compagnia, sotto l’ombrellone e coi piedi nella sabbia, direi che va più che bene!

Altrimenti, ti consiglio di prendere l’auto e dirigerti verso il vicino “pueblo” di Ses Salines. Qui si trova il ristorante Casa Manolo, posto leggendario di Maiorca dove provare la cucina tradizionale dell’isola.

Alloggiare a Cala Llombards

Se l’idea è quella di una vacanza casa-mare-relax, allora credo che tutto l’angolo sud-est di Maiorca sia la zona ideale per alloggiare. Nelle vicinanze c’è una buona disponibilità di hotel e b&b. Te ne consiglio un paio.

  • Casa Poggibonsi al mare: ok il nome fa sorridere, ma questa villetta si trova proprio a due passi dalla discesa in spiaggia, con vista mare. Un sogno!
  • Villa Bonsai Mar: altra villetta, bianca, simile alla precedente. Con tanto di piscina vista mare. ?
  • Es Cantò: un po’ più spostato verso il centro del pueblo, un po’ più autentico e un po’ più economico.

Puoi cercare tutti gli alloggi disponibili nelle vicinanze di Cala Llombards utilizzando il search box qui sotto, inserendo le date che preferisci!

⬇️⬇️⬇️

Booking.com

Cosa vedere nelle vicinanze?

Dirigendoti verso Santanyì (piccolo pueblo in cui vale la pena fare una passeggiata), potrai ammirare Es Pontas.

il ponte naturale di es pontas

Si tratta di un ponte naturale in mezzo al mare, protagonista delle foto di migliaia di turisti, luogo emblematico dell’isola. Rispetto al ponte naturale di Cala Varques), non è possibile salire in cima allo scoglio (o almeno non è consigliabile…).

Inoltre, nei pressi di Cala Llombards si trovano le Saline di Maiorca e il Faro des Cap de Ses Salines, il punto più a sud di Maiorca!

Altre Spiagge nelle vicinanze

 

 

Spero che questa guida sulla spiaggia  possa esserti stata utile! Posso chiederti un favore? Se ti è piaciuto l’articolo, e se ti piace VivereMaiorca:

Cala Agulla

【Questa spiaggia ha un Vivere Maiorca Score di 7/10 tra le migliori spiagge Maiorca

Cala Agulla è tra le spiagge più belle e famose del nord di Maiorca, nella zona di Capdepera. Un’ampia spiaggia di dune, circondata dalla pineta e dalle colline che formano il Parco Naturale della Penisola di Levante: un contorno naturale incontaminato che, insieme al suo mare cristallino, fa di Cala Agulla una delle spiagge da vedere assolutamente a Maiorca. Se poi ci aggiungi che, nelle giornate più limpide, all’orizzonte si può scorgere la sagoma di Minorca, il quadro è completo!

In questo articolo ti darò qualche informazione su Cala Agulla, condita da qualche foto scattata da me durante la mai recente visita: come sempre la qualità delle mie foto lascia a desiderare e non rende bene l’idea del paradiso che è in realtà Cala Agulla, uno dei posti più belli dove andare al mare a Maiorca.

Siamo pronti? Cominciamo!

ca

Cala Agulla è lunga circa 500 metri ed è ricoperta di sabbia bianchissima.

Cala Agulla: caratteristiche della spiaggia più bella del nord di Maiorca

Le spiagge della costa settentrionale di Maiorca hanno caratteristiche ben precise che le differenziano da quelle del sud. Se la frangia sud-orientale dell’isola è costellata principalmente di calette riparate, scavate nella roccia e dalle dimensioni ridotte, il paesaggio del nord di Maiorca si presenta molto diverso. L’azione della tramontanan che soffia da nord ha modellato il territorio rendendolo in generale più piatto.

È per questo che Cala Agulla, così come le vicine Cala Ratjada e Cala Torta, è più esposta al vento. Chiariamo: l’acqua è comunque quasi sempre calma, ma non è raro scorgere, nei giorni più ventosi, surfisti e velisti che si avventurano nelle sue acque.

Questa spiaggia è lunga circa 500 metri ed è ricoperta di sabbia bianchissima. È una delle spiagge preferite dai maiorchini, anche se, specie in alta stagione, è popolata soprattutto da turisti stranieri, dati i tanti hotel e appartamenti turistici che ci sono nella zona.

Servizi e ristoranti a Cala Agulla

Cala Agulla è dotata di un parcheggio gratuito a poche decine di metri dalla spiaggia. Proprio all’ingresso della spiaggia c’è un bar-ristorante: quando sono andato io, a marzo, era chiuso. Comunque, nel vicino “pueblo” di Cala Ratjada ci sono diversi bar e mini-market.

Cala Agulla è una spiaggia familiare, adatta ai bambini. Un po’ per il suo fondale che scende lentamente. Un po’ perché, durante l’estate, è possibile noleggiare kayak o paddle, oltre ad esserci la possibilità di noleggiare ombrelloni e lettini.

Il consiglio è quello di sempre: soprattutto a luglio e ad agosto, arrivare il prima possibile per evitare la folla!

Sulla spiaggia ci sono sempre due bagnini e le condizioni dell’acqua sono ben indicate dalle bandiere. Ripeto: escludendo i giorni di vento forte, l’acqua è generalmente molto calma.

Cala Agulla: come arrivare?

Cala Agulla, come dicevamo, si raggiunge facilmente in auto, con il parcheggio gratis a disposizione dei clienti e a pochi passi dalla spiaggia.

Se alloggi a Palma, sarà un po’ complicato arrivare in bus. Complicato ma non impossibile. Dovrai prendere l’autobus numero 412 fino a Manacor e da lì numero 411 fino a Cala Ratjada. Un quarto d’ora a piedi e dovresti arrivare alla spiaggia.

Tieni conto che Cala Agulla si trova esattamente sulla punta opposta rispetto a Palma ma ti assicuro che vale la pena andarci!

In auto il tragitto dura circa un’ora, ma è molto semplice. Dovrai praticamente percorrere tutta la Ma-15 passando per Manacor.

Non solo Agulla: cosa vedere nei dintorni?

Dopo essere stato varie volte nella zona di Capdepera, ho scoperto che nel 1991 è stata dichiarata Area Naurale di Interesse Speciale. Titolo che, dall’alto della mia esperienza, non posso che confermare.

Chi segue le mie avventure su instagram lo sa: quando vado al mare non mi limito a stendermi al sole tutto il giorno. Porto sempre dietro un paio di scarpe e, quando possibile, cerco di esplorare i dintorni della spiaggia. Perché c’è sempre una caletta nascosta più bella della spiaggia che ti eri prefissato di vedere.

E questa massima, inventata da me al momento, è confermata anche a Cala Agulla!

Se attraversi l’urbanizzazione di Cala Gulla, andando verso Cala Gat, puoi arrivare al Faro di Capdepera.

Andando verso nord, invece, ci si immette in un sentiero che attraversa il bosco e che ti porterà a scoprire una serie di spiagge e calette inedite.

La prima che si incontra è Cala Moltò, giusto alla sinistra di Cala Agulla. Il luogo giusto dove rifugiarsi quando quest’ultima è troppo affollata.

Cala Moltò

La bellissima e tranquillissima Cala Moltò

Proseguendo il cammino, in poco meno di un’ora si raggiungerà Cala Mesquida, altra spiaggia di dune molto famosa. È bella eh, niente da dire, però quegli edifici che hanno costruito recentemente… bene ma non benissimo.

Per scattare foto panoramiche di tutta l’area di Capdepera, ti consiglio di salire alla Talaia de Son Jaumell, una torre abbandonata che si trova sul punto più in alto della zona. Specie al tramonto, la vista da qui è spettacolare.

Altre Spiagge nelle Vicinanze

Ora sai tutto ciò che è necessario per goderti una giornata a Cala Agulla, una delle spiagge più belle di Maiorca. Non ti resta che andarci e raccontarmi come è andata! Se questo post ti è stato utile, aiutami a diffonderlo a più gente possibile, lasciando un commento qua sotto. Grazie!

⬇ ⬇ ⬇

Es Trenc Maiorca

Es-Trenc-panoramica

Tra le spiagge da vedere assolutamente a Maiorca non può mancare Es Trenc. È in un certo senso l’ultima spiaggia vergine di Maiorca, o almeno l’unico arenile risparmiato dall’urbanizzazione. Una distesa di sabbia che pare infinita, immerso letteralmente nel nulla, o meglio, nella natura più incontaminata.

Ufficialmente si divide in due spiagge: Ses Covetes Ses Salines, più a ridosso dell’urbanizzazione di Colonia Sant Jordi. Tra le spiagge di Palma di Maiorca e vicinanze, credo che Es Trenc sia la più adatta per le famiglie, mantenendo comunque quell’aspetto selvaggio che tanto ci piace!

Niente rocce, niente pinete, solo sabbia e acqua cristallina fino all’orizzonte. Lunga 4 chilometri, a Es trenc si alternano grossi tratti liberi, anche per nudisti, e zone attrezzate, con la possibilità di noleggiare ombrelloni e lettini.

bunker-di-es-trenc
Ci sarà un motivo se la chiamano “I Caraibi di Maiorca”, no? È una delle mie spiagge preferite, una delle prime che cerco di visitare ogni anno. Scopriamo di più su Es Trenc Spiaggia: in questo articolo ti parlerò un po’ in dettaglio di questa meraviglia della Maiorca sud-est. Come si arriva ad Es Trenc? Si può raggiungere in bus? Ci sono servizi e ristoranti sulla spiaggia?

Playa de Es Trenc: servizi e informazioni

Modifica 
Superficie Sabbia/Roccia
Parcheggio 600 metri
Bar No
Docce No
Bagnino di Salvatggio No

Come arrivare a Es Trenc?

La Platja d’es Trenc si trova a poco più di 6 chilometri da Colonia de Sant Jordi, un villaggio pescatore che a me piace molto, molto tradizionale. Siamo nel sud-est di Maiorca, nel comune di Campos, tra Santanyi e Cala d’Or. Palma ed Es Trenc distano circa 50 chilometri e ci sono diversi modi per raggiungere la spiaggia.

Arrivare in auto: mappa Palma – Es Trenc

Noleggiare un auto è il modo migliore per muoversi a Maiorca, avendo libero accesso anche agli angoli può nascosti dell’isola. Inclusa Es Trenc: per arrivare qui ci sono diverse opzioni.

  • Passare da Ses Covetes e Campos, con la strada Ma-6030 verso Sa Rapita e da qui seguire in direzione Es Trenc.
  • Arrivare al parcheggio di Colonia de Sant Jordi, dal quale arriverai alla playa con una passeggiata lungo la riva.
  • La soluzione più comune è quella di arrivare al parcheggio proprio attaccato alla spiaggia. Attenzione però: la strada per arrivarci è stretta e sterrata e passa di fianco alle saline “Flor de Sal” di Es Trenc. Specie in estate, questo percorso può essere un po’ complicato. Il parcheggio è a pagamento, con un costo di 6€ al giorno. Parola d’ordine? Madrugar! Perché i posti sono limitati e, in alta stagione, finiscono in fretta!

In Bus

Una soluzione più economica è arrivare a Es Trenc coi mezzi pubblici. Da Palma, la linea di riferimento è la 530 della Tib, in partenza dalla Estacion Intermodal. Il prezzo del biglietto è di 3,90€ (in auto spenderesti almeno 6€ solo di parcheggio). Unico aspetto negativo, purtroppo, gli orari: l’ultimo autobus è alle 18.40, che vuol dire, in estate, perdersi il tramonto. Ne vale davvero la pena?

 

Cosa fare e cosa vedere a Es Trenc

la-spiaggia-di-es-trenc

L’autore dell’articolo in un momento di relax, su uno dei bunker di Es Trenc

Es Trenc è un classico, un must seen di Maiorca, specie se alloggi a Palma. Non so se è per il fondale o per qualche altro motivo, ma l’impressione che ho ogni volta che ci vado è qui ci sia il mare più pulito di tutta Maiorca. Forse è davvero solo una mia impressione, ma il colore e le sfumatore di queste acque ricordano davvero un paradiso polinesiano. Ecco qualche consiglio e qualche curiosità:

  • Madrugar: ossia “svegliarsi presto”. Un po’ perché l’alba a Es Trenc è un’esperienza mistica che aiuta a trovare se stessi. Un po’ perché, in estate, la spiaggia si affolla molto e diventa difficile anche solo arrivare al parcheggio.
  • Alghe: “sì, siamo andati a Es Trenc ma era pieno di alghe”. Non sai quante volte me lo sono sentito dire. Queste “alghe”, però, sono in realtà “Poseidona Oceanica”. Una pianta non carina da trovarsi tra i piedi quando facciamo il bagno, è vero. È però un indicatore naturale della qualità delle acque. A inizio e a fine stagione estiva, comunque, la spiaggia viene ripulita completamente.
  • Ombra: a Es Trenc, sostanzialmente, non c’è. Quindi crema solare in borsa e, se possibile, porta con te un ombrellone. Noleggiarlo sulla spiaggia costa intorno ai 15€. Mi raccomando, col sole non si scherza!
  • Bunker: ce ne sono diversi su questo tratto di costa, costruiti durante la Seconda Guerra Mondiale. Alcuni sono molto suggestivi e potrai anche salire sul tetto, per scattare qualche foto dall’alto.

Dove mangiare a Es Trenc

Restaurante Es Trenc

Pur essendo una spiaggia vergine e incontaminata, c’è un ristorante, il Ristorante Es Trenc (che fantasia…) che si trova proprio nel mezzo dell’arenile. Personalmente non ci sono mai stato, ma si tratta di un tipico ristorante turistico di Maiorca. C’è un parcheggio gratuito per i clienti del ristorante. Il mio consiglio? Il classico “bocadillo” da casa, la scelta migliore per godersi al 100% la spiaggia, anche all’ora di pranzo! E se vuoi provare la cucina maiorchina tradizionale dopo una giornata a Es Trenc, non lontano dalla spiaggia si trova il Ristorante Cruce, a Manacor. Uno dei posti più buoni in assoluto dove mangiare a Maiorca, te lo consiglio (meglio prenotare).

 

Altre spiagge da visitare nelle vicinanze di Es Trenc

Se hai trovato almeno un po’ interessanti quello che ti ho raccontato, lascia un commento per farmelo sapere! A te non costa nulla, ma aiuterai a crescere e a diffondere Vivere Maiorca. Grazie!

⬇ ⬇ ⬇

 

Cala Varques Maiorca

Cala Varques: una perla della Maiorca est

【Questa spiaggia ha un Vivere Maiorca Score di 10/10 tra le migliori spiagge Maiorca

Tra le mie spiagge preferite di Maiorca, Cala Varques occupa un posto speciale. Un po’ perché è stata una delle prime spiagge che ho visitato, un po’ perché, come ormai avrai capito, ho una predilizione per le calette vergini, tipiche della parte est di Maiorca. Quelle spiagge nel mezzo del nulla più assoluto, che per arrivarci devi fare un po’ di fatica. Fatica che verrà prontamente ripagata da uno spettacolo unico: sabbia bianca, acqua cristallina, paesaggio da cartolina.

Se stai pensando di visitare le Cuevas del Drach, ti consiglio di dedicare le ore successive a Cala Varques. Si trova solo a 12 chilometri da Porto Cristo ed è una vera gemma nascosta!
spiaggia cala varques acqua limpida

Come arrivare a Cala Barques da Palma di Maiorca

Andare a Cala Varques è un po’ come immergersi nella Maiorca del secolo scorso. Come le altre spiagge di questa zona, e forse anche di più, Cala Varques è riuscita a sfuggire all’urbanizzazione. In pratica, si trova in mezzo alla natura incontaminata e per arrivarci bisogna fare una bella passeggiata di quelle che tanto mi piacciono.

Quindi, se stai alloggiando a Palma, come ci arrivi a Cala Varques?

Cala Varques è una spiaggia piuttosto difficile da raggiungere. In auto, dovrai prendere la Ma-15 per Manacor. Da lì, segui le indicazioni per Calas de Mallorca. Dopo circa un’oretta di curve e panorami incredibili, sarai arrivato.

Qui troverai un’area di parcheggio. Lascia l’auto e preparati a camminare per circa 20/30 minuti, attraverso una discesa che costituisce parte dell’incanto di trascorrere una giornata a Cala Varques.

Si può arrivare a Cala Varques con l’autobus

Si e no. Nel senso che a Cala Varques non arriva nessun autobus della TIB. Però c’è una soluzione alternativa: andare fino a Porto Cristo e da lì scendere a piedi verso Cala Varques.

Personalmente non ho mai fatto quest’escursione, ma è sulla mia lista delle cose da fare al più presto. Una passeggiata di 2 ore circa, che ti darà l’opportunità di vedere altre spiagge come Cala Magrana e Cala Romantica.

Per arrivare a Porto Cristo, c’è l’autobus 412 da Plaza De Espana, Estaciò Intermodal.

Cosa fare a Cala Varques?

Semplicemente rilassarsi in un paradiso naturale. Cala Varques è lunga circa 50 metri. La sabbia è bianca, il mare turchese ed è circondata da un ambiente idilliaco, con pini e vegetazione mediterranea.

Sì, è adatta anche ai nudisti ed è una delle preferite dai maiorchini, il che già di per se è indice di qualità. I maiorchini, di spiagge, se ne intendono.

Attenzione: a Cala Varques non ci sono né ristoranti né strutture di qualsiasi tipo. Sia per la permanenza sulla spiaggia, sia per l’escursione, ti consiglio di portare con te tutto il necessario.

Altro consiglio, ma questo vale un po’ per tutte le spiagge di Maiorca: cerca di arrivare presto, soprattutto in alta stagione, per essere sicuro di goderti al 100% quella che è una delle spiagge vergini più belle dell’isola!

Es Calò Blanc: il ponte naturale a due passi dalla spiaggia

Es Calò, ponte naturale

Il Ponte Naturale di Es Calò

Cala Varques è parte dell’Area Naturale di interesse speciale delle Cale di Manacor, un’area protetta dal 1962. Questa spiaggia, infatti, non è l’unica cosa da vedere della zona.

Da Cala Varques, infatti, parte un piccolo sentiero che ti porterà a Es Calò Blanc, il famoso ponte naturale di roccia che sicuramente ti sarà capitato di vedere in qualche cartolina.

E poi siamo nella zona delle grotte di Maiorca. In particolare, da Cala Varques potrai visitare la mitica Cueva del Pirata, con stalagmiti e stalattiti che lasciano davvero a bocca aperta.

Altre Spiagge nelle vicinanze

 

 

Spero che questa guida sulla spiaggia  possa esserti stata utile! Posso chiederti un favore? Se ti è piaciuto l’articolo, e se ti piace VivereMaiorca:

Cala Mondragò Maiorca

Spiaggia di Cala Mondragò a Maiorca

Fonte de n'Alis

Foto panoramica di Cala Mondragò. Sulla sinistra si scorge il percorso che porta a Cala s’Amarador.

【Questa spiaggia ha un Vivere Maiorca Score di 8/10 tra le migliori spiagge Maiorca

Quando qualche amico viene a trovarmi a Maiorca e mi chiede dove andare al mare, Cala Mondragò è sempre una delle prime risposte. Tra le mie preferite, è una spiaggia quasi caraibica che si trova sulla costa est dell’isola, non lontano da Calo des Moros e a un’oretta di auto da Palma. Bandiera Blu, dune di sabbia e una pineta immensa tutto intorno: ogni volta che vado a Mondragò mi sento un po’ in paradiso.
Ciò che la caratterizza è il contesto naturale in cui si trova: il Parco Naturale di Mondragò. Una zona incontaminata e protetta, un mosaico di diversi ambienti con diversi sentieri immersi in una vasta pineta che portano a diverse calette che si affacciano su un mare che, neanche a dirlo, è sempre calmo e limpido.

Servizi e caratteristiche della spiaggia

L’intera zona è conosciuta come “Mondragò” o “Cala Mondragò”. In realtà, per essere precisi, l’area si divide in due arenili distinti: Cala S’Amarador e Font de n’Alis.

    • Cala S’Amarador: è la spiaggia più grande tra le due, lunga circa 150 metri e larga 50. Proprio per questo, nonostante sia una delle spiagge più frequentate di Maiorca, si riesce sempre a trovare un angolino libero senza grossi problemi. Stenditi e rilassati: davanti a te il mare, aperto ma stretto tra due pareti rocciose. Alle tue spalle, la pineta, immensa. E non è finita: da qui parte tutta una serie di sentieri che si inoltrano nel Parco Naturale. Proprio in mezzo alla spiaggia c’è un chiringuito che vende (non proprio a buon mercato) frutta fresca e cocktail rinfrescanti.

Playa S'Amarador Mondrago

  • Font de n’Alis: conosciuta anche come Cala Mondragò, è unita a Cala S’Amarador da un sentiero sterrato lungo la parete rocciosa. In teoria in cinque minuti di passeggiata si passa da una cala all’altra, ma ci impiegherai sicuramente di più: è impossibile non fermarsi a scattare qualche foto! Sulla spiaggia, più stretta rispetto a Cala S’Amarador, si trovano due ristoranti e due bar, dove rinfrescarsi con un aperitivo o con qualche tapas di cucina tipica maiorchina.

Tutta l’area è molto frequentata durante i mesi estivi. Perfetta per famiglie con i bambini, sia perché il fondale digrada lentamente, sia perché la spiaggia è fornita di servizio di salvataggio. A La Bandiera Blu, in questo senso, è garanzia del fatto che ci troviamo in una delle spiagge più belle dell’isola.

Come arrivare a Cala Mondragò

Si trova a 10 chilometri dal villaggio di Santanyì e dal complesso turistico di Cala D’Or. Pur essendo una zona protetta, si raggiunge facilmente in auto. Ci sono due parcheggi, uno per ognuna delle due spiagge: entrambi a pagamento, con un prezzo onesto di 5€ per l’intera giornata.

L’auto è sicuramente il modo migliore per muoversi a Maiorca, ma durante i mesi estivi si può raggiungere Cala Mondragò anche in autobus, con la linea 507 della Tib che collega la spiaggia a Cala d’Or.

Perché andarci?

Se sei a Maiorca per qualche giorno, credo valga la pena passare almeno mezza giornata a Cala Mondragò, magari dedicando qualche ora a una passeggiata nel Parc Natural Mondragò. È uno dei luoghi più rilassanti dell’isola, nonché uno dei preferiti da chi ama la natura: tra canneti, scogliere a picco sul mare, dune e uccelli di oltre 70 specie diverse.

E poi, neanche a dirlo, il mare a Mondragò è spettacolare. Sarà il fondale di sabbia bianca, sarà il contesto naturale… o sarà semplicemente perché siamo a Maiorca, l’isola più bella del mondo!

Altre Spiagge nelle vicinanze

 

 

Spero che questa guida sulla spiaggia  possa esserti stata utile! Posso chiederti un favore? Se ti è piaciuto l’articolo, e se ti piace VivereMaiorca:

Calo des Moro

Spiaggia di cala moros maiorca

La spiaggia di Cala des Moro

【Questa spiaggia ha un Vivere Maiorca Score di 10/10 tra le migliori spiagge Maiorca

Semplicemente la mia spiaggia del cuore, senza dubbio la più bella di Maiorca,  insieme alla spiaggia di Es Trenc. Calo des Moros è una piccola caletta vergine situata sulla punta sud est di Maiorca, nel comune di Santanyì, a circa 9 chilometri dal centro del paese. Si trova in una conca circondata da pareti rocciose a strapiombo, nelle quali sono scavate piccole grotte naturali.
Il fascino di Calo des Moros è unico. Hai presente le tipiche immagini delle “barche volanti”, per quell’effetto ottico dell’ombra proiettata sul fondale? Ecco, qui è all’ordine del giorno, dato che l’acqua è sempre limpida e trasparente e presenta tutte le tonalità del turchese. Al resto ci pensa la natura circostante, selvaggia e incontaminata, tra pini marittimi, cespugli e ginestre.

 

Non a caso, è la spiaggia preferita dai maiorchini. Il mio consiglio è quello di evitarla nel weekend: la cala è lunga solo 40 metri e poco larga. Oltre a non trovare un posto dove sistemarti, rischi di non godertela a pieno quando è affollata. È non è una questione di alta o bassa stagione: mi è capitato di vederla piena anche a novembre!

Se non trovi posto, comunque, alle spalle di Calo des Moros troverai altre due calette, camminando per un centinaio di metri sul sentiero che attraversa la vegetazione. Sono Calo s’Almunia e Es Castellet de Ponent.

 

Attenzione: è una delle tipiche calette selvagge di Maiorca, quindi non dispone di nessun servizio (docce, bagni, salvataggio). Anche l’accesso per le persone disabili è piuttosto complicato.

SabbiaSINudistaSI
CiottoliSIRistoranteNO
RocceSISnorkelingSI
Parcheggio600 metri - GRATISAnimali ammessiNO
BagninoNoDocceNO

Come arrivare a Calo des Moros

 

Parte del fascino di Calo des Moros è dovuto sicuramente al suo difficile accesso, essendo una spiaggia davvero isolata in mezzo alla natura incontaminata.

Arrivare in auto è piuttosto semplice, anche se bisogna fare attenzione perché Google Maps ci porta in una zona dove è vietato parcheggiare! Una volta effettuata la discesa alla spiaggia, comunque, non ci sarà nessun segnale telefonico: un motivo in più per goderti a pieno la tranquillità della cala, no? Occhio ai cartelli: Cala del Moro non è indicata, mentre dovrai seguire le indicazioni per Santanyi o Cala Llombards.

Se arrivi da Palma, dovrai percorrere la Ma-19 fino a Llucmajor, per poi continuare sulla via a doppio senso Ma-6100. Una volta arrivati alla rotonda, devi seguire le indicazioni per Cala Llombards. Arriverai a un parcheggio sterrato gratuito (vedi mappa). Anche se questo parcheggio si trova a quasi un chilometro di distanza dalla spiaggia, ti consiglio vivamente di parcheggiare qui: è vero, ci sono delle stradine asfaltate con parcheggio proprio a ridosso della discesa alla cala, questi parcheggi sono riservati ai residenti. E le multe sono salatissime!

Cala del moro maiorca

 

Dal parcheggio, si percorrono a piedi circa 10 minuti, fino ad arrivare a una scalinata in mezzo alla vegetazione e, successivamente, allo spettacolare sentiero che percorre la parete di roccia laterale alla spiaggia. Da qui potrai iniziare a scattare le prime foto.

A questo punto, non ti resterà che effettuare la discesa alla spiaggia, in corrispondenza di un piccolo chiringuito di bibite, quasi sempre presente, unico servizio di ristorazione che potrai trovare a Calo des Moros. L’accesso è piuttosto ripido e scivoloso, non attrezzato per carrozzine e passeggini. Sia per la passeggiata dal parcheggio, sia per questa discesa finale, ti consiglio di portare con te un paio di scarpe da ginnastica: ho fatto più volte l’intero percorso in infradito e… non è stato carino!

Spero di esserti stato d’aiuto, ma in caso contrario niente paura! Il percorso è più facile di quello che sembra e, specialmente in estate, avrai modo semplicemente di “seguire la massa”, con i tanti turisti che ogni giorno scelgono di scoprire questa spiaggia incredibile, tra le più belle di Maiorca e delle Baleari!

 

I dintorni della Cala des Moros

L’angolo sud est di Maiorca è la zona più incontaminata dell’isola (quanto meno da Cala d’Or in giù). Non lontano da Calo des Moros si trova Cala Santanyi e soprattutto il Parco Naturale di Mondragò, un paradiso naturale protetto dove fare trekking e andare al mare.

A una decina di chilometri da Santanyi, potrai raggiungere Las Salinas, la punta sud di Maiorca. Una zona famosa per la produzione del sale, per la presenza del Faro de Cabo Salines e per le sue spiagge. Il mio consiglio? Dopo una giornata meravigliosa a Calo des Moros, un giro da queste parti all’ora del tramonto potrebbe valere la pena!

Travel Tip: Da Cala S’Almunia, la spiaggia che affianca Calo des Moro, dirigiti verso sud, costeggiando la costa. Dopo circa 1 ora di camminata (con gli occhi fissi sull’incredibile panorama) arriverai alla maestosa Cala Marmols: una caletta di sabbia bianca (come il marmo, appunto), lontana da tutto e da tutti.  Per maggiori info, lascia pure un commento: ti risponderò subitissimo!

Altre Spiagge nelle vicinanze

 

 

Spero che questa guida sulla spiaggia  possa esserti stata utile! Posso chiederti un favore? Se ti è piaciuto l’articolo, e se ti piace VivereMaiorca:

  1. Scarica GRATIS la guida a tutte le spiagge di Maiorca

Inserisci la tua mail!

Riceverai subito il Manuale con più di 70 spiagge di Maiorca tutte da scoprire.

Inoltre, ti iscriverai alla mia newsletter: ogni tanto ti invierò consigli, offerte e informazioni su Maiorca! 😁

👉 Scopri la Guida alle spiagge

In questo sito usiamo Cookies, che non sono biscotti al cioccolato 🍪, in questo caso, ma piccole tracce del tuo passaggio, utili per offrire una migliore esperienza all’interno del sito. Accetta per proseguire a navigare su VivereMaiorca 😀

Per saperne di più leggi qui Cookie policy