Panorama Valldemossa

 

Valldemossa: cosa vedere nel borgo più bello di Maiorca

 

Nella quiete della Sierra de Tramuntana, tra colline ricoperte dal verde, Valldemossa è una meta imprescindibile di ogni soggiorno a Maiorca. Quando dico che quest’isola non è solo mar, sol y fiesta, è a questo che mi riferisco: un villaggio rurale autentico, dove perdersi e rilassarsi tra vicoli e case di pietra ornate di fiori. La mia prima volta a Valldemossa la ricordo bene: era una delle mie prime domeniche maiorchine e chiesi a un’amica della zona di suggerirmi qualche attività tipica dei palmesani nei giorni di festa. La risposta è stata “Merendar a Valldemossa”. Perfetto.

Apro una parentesi linguistica: quanto è bello il verbo merendar? Perché noi non abbiamo un verbo per indicare il “fare merenda”? O il fare colazione, in spagnolo desayunar? Che peccato. Va be. Chiusa parentesi.

valldemossa, vicoletto tipico

 

Come arrivare a Valldemossa

axa-assicurazione-viaggio

In autobus

Non avere un’auto a Maiorca è effettivamente frustrante, specie nel weekend. Valldemossa, però, è facilmente raggiungibile in autobus da Palma. Dalla stazione di Plaza de España si prende il 210 della linea TIB (qui trovi gli orari). Il biglietto si fa a bordo e costa 3€ circa. In mezz’ora scarsa sei a Valldemossa: scendi dall’autobus e pensi:”wow”.

In auto

Per arrivare a Valldemossa in auto da Palma ci vogliono circa 25 minuti. Si prende la Ma-1110, seguendo le indicazioni per Valldemossa. Sempre dritti, arrivati a S’Arxiduc si gira a sinistra e sei arrivato. Parcheggiare gratuitamente è praticamente impossibile: c’è un parcheggio proprio all’ingresso del centro storico (quello del mercato della domenica) che costa circa 1 euro all’ora.

 

4 cose da vedere Valldemossa per innamorarsi come Chopin

L’autobus si ferma su Avenida Palma proprio all’ingresso del centro pedonale, il cuore del borgo. Come dicevo, la prima volta che sono andato a Valldemossa era domenica e il piazzale a pochi passi dalla fermata del bus ospitava, come ogni domenica, un piccolo mercato dove venivano venduti principalmente i prodotti tipici di Maiorca: verdura, frutta (soprattutto agrumi della Tramuntana) e l’immancabile Sobrasada.

Resisto alla tentazione di uno spuntino: sono venuto qui per la famosa merenda di Valldemossa. Mi avventuro nel borgo. A caratterizzare gli edifici, il tipico color ocra dei muri esterni con le pietre a vista e le finestre verdi che richiamano le piante e le palme sparse qua e là tra le vie del paese. La stradina principale, pedonale, è un susseguirsi di caffetterie e negozi di souvenir, mentre è nei vicoli più nascosti che si cela la vera essenza di Valldemossa. Vecchi lavatoio, piccole botteghe di artisti, pozzi: un paesino dove, è proprio il caso di dirlo, il tempo sembra essersi fermato.

Cosa vedere a Valldemossa

Si pensa che l’origine del villaggio sia araba: secondo la leggenda, fu proprio un nobile arabo di nome Mussa a fondarla, con il nome “ValldeMussa” che si convertirà successivamente nel nome attuale. Leggenda o verità, certo è che i tanti cortili (che si aprono alle spalle dei portoni, ricordano un po’ i famosi “patios” di origine araba.

Proseguo la passeggiata fino a Placa Ramon Llul, il cuore del centro storico. Ovvio, non c’è molto da vedere: Valldemossa è più che altro un posto romantico dove passeggiare, rilassarsi e godersi l’atmosfera. Ciononostante, ci sono diversi edifici interessanti che vale la pena visitare e che raccontano storie interessanti.

case di valldemossa

I tipici e inconfondibili muri di Valldemossa.

palma di maiorca walking tour

 

  • Real Cartuja: non sono l’unico a essersi innamorato di Valldemossa. Nell’inverno del 1838 il compositore Chopin, con la sua compagna George Sand, si rifugiò proprio qui, alloggiando in due piccole celle della Cartuja, un antico convento di monaci. Oggi il palazzo può essere visitato al prezzo di 8,10€, con visita compresa alla cella numero 4 dove alloggiò Chopin. Qui trovi tutte le informazioni utili.
  • Palacio Rey Sancho: nella stessa Plaza de la Cartuja, questo splendido palazzo dall’ingresso ad arco a sesto acuto attirerà la tua attenzione, soprattutto per il cortile che si intravede. Fu edificato nel 1309 da Jaime II, per essere successivamente ampliato nel corso dei secoli. L’ingresso costa pochi euro e ti permetterà di ammirare stanze affrescate ricche di opere d’arte. Un alto inaspettato di Valldemossa!
  • Puerto de Valldemossa: sì, hai capito bene, è il porto di Valldemossa. Come succede anche a Soller, questi borghi collinari della Sierra hanno storicamente un accesso al mare che dista pochi chilometri dal centro. Ci si arriva, però, solo in auto, percorrendo circa 20 minuti di tornanti. Una volta arrivati potrai tuffarti e farti un bagno a Sa Marina, in un contesto incantevole, tra piccole barche ormeggiate e vecchie case di pescatori.
  • Miranda des Lladroners: alle spalle del Palacio Rey Sancho, continuando la passeggiata, si raggiunge questo belvedere. Da qui potrai ammirare il panorama sulle colline della Sierra de Tramuntana e sulla zona bassa del pueblo.

 

Coca de Patata: merenda a Valldemossa

Ma siamo andati a Valldemossa per fare merenda, giusto? “Merendar en Valldemossa” è una delle cose più tipiche e autentiche che puoi fare, per vivere come un maiorchino doc. Ma cosa si mangia a Valldemossa? Semplice: la coca de patata. So che con un nome così può sembrare fuorviante dirlo però… è una vera e propria droga! Tranquillo: la pianta sudamericana non c’entra niente. La Coca de Patata è una brioche resa morbida da qualche patata lessa nell’impasto.

La forma ricorda quella della brioche siciliana e, guarda caso, nella tipica merenda di Valldemossa viene solitamente accompagnata dal Granizado de Almendra, una sorta di granita di mandorla. In inverno, invece, la si accompagna a una più classica cioccolata calda. Ci sono tantissimi bar e panetterie dove provarla. Io personalmente, su consiglio di maiorchini doc, vado sempre alla Panaderia Ca’n Molinas.

Dicono che la coca di patate più buona dell’isola sia qui, in questo bar tradizionale che all’interno nasconde un piccolo giardino con i tavolini. Per gustare finalmente la merenda di Valldemossa in pace, all’ombra dei tipici limoni e aranci della Tramuntana. Non male, vero? Se dovessi trovare un posto migliore dove “merendar”, comunque, non esitare a farmelo sapere nei commenti: ogni consiglio è ben accetto e mi offre una buona motivazione per tornare in uno dei miei posti preferiti dell’isola.

Coca de Patata di Valldemossa

Cosa mangiare a Valldemossa? La Coca de Patata!

 

Se hai trovato almeno un po’ interessante quello che ti ho raccontato, posso chiederti un favore? Lascia un commento o condividi su uno dei tuoi social usando uno dei bottoni qui in basso! A te non costa nulla, ma ci aiuteresti moltissimo ad arrivare a più gente possibile. Grazie mille per il tuo aiuto! 

⬇ ⬇ ⬇

  1. Scarica GRATIS la guida a tutte le spiagge di Maiorca

Inserisci la tua mail!

Riceverai subito il Manuale con più di 70 spiagge di Maiorca tutte da scoprire.

Inoltre, ti iscriverai alla mia newsletter: ogni tanto ti invierò consigli, offerte e informazioni su Maiorca! 😁

👉 Scopri la Guida alle spiagge

In questo sito usiamo Cookies, che non sono biscotti al cioccolato 🍪, in questo caso, ma piccole tracce del tuo passaggio, utili per offrire una migliore esperienza all’interno del sito. Accetta per proseguire a navigare su VivereMaiorca 😀

Per saperne di più leggi qui Cookie policy