fbpx

Cala Deia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Tra le spiagge della Sierra de Tramuntana, nella parte nord-ovest di Maiorca, questa piccola caletta del villaggio di Deia è una delle più frequentate, nonché una delle migliori spiagge di Maiorca, secondo me.

Spiaggia semicircolare, coperta di ciottoli e circondata da rocce, sulle quali ci si può sistemare piuttosto comodamente quando lo stretto arenile è già occupato. Cosa che, soprattutto in estate, è molto frequente.



Siamo all’interno del pueblo di Deiá, uno dei borghi più emblematici di Mallorca, celebre soprattutto per i essere fonte di ispirazione di poeti e artisti nel corso dei secoli (uno su tutti Robert Graves, di cui si può visitare la casa), oltre che sede di uno degli hotel più belli dell’isola: il Belmond La Residencia.

Indice articolo

Come arrivare a Cala Deia

Da Palma di Maiorca, in auto, si raggiunge la spiaggia in 50 minuti circa. Una volta arrivato a Deia, dovrai imboccare la discesa (ben segnalata) e proseguire per più o meno 3 chilometri di tornanti stretti.

Il parcheggio è a pagamento ed è piuttosto economico. In alta stagione è spesso pieno: il mio consiglio è quello di non rischiare parcheggiando sul lato della strada, per evitare spiacevoli multe. Mi è capitato di parcheggiare nei pressi del “pueblo” di Deia (per altro molto carino da vedere) e scendere a piedi, per una passeggiata di mezz’ora molto piacevole.

Caratteristiche e servizi della spiaggia

Una spiaggia libera, priva di servizi, a parte due ristoranti vista mare che servono paella e piatti a base di pesce. Non c’è assistenza ai bagnanti, ombrelloni e attività, caratteristiche che rendono Cala Deia poco adatta alle famiglie.

È larga circa 70 metri, a cui vanno aggiunti una trentina di metri di roccia piatta dove potersi sistemare. Cosa portare? Scarpette da mare e una maschera da snorkeling, ne vale davvero la pena… ma occhio a meduse e ricci di mare!

Cala Deià: ne vale la pena?

Ci capita spesso, durante l’estate, di ricevere feedback negativi da parte di viaggiatori che si recano a Cala Deià e ne rimangono delusi.

Quindi la domanda del titolo è più che lecita: vale la pena andare a Cala Deià?

La risposta è sì, ma dipende.

Nelle giornate giuste, senza vento, Cala Deià è un vero spettacolo della natura.

Naturalmente, essendo una delle spiagge più facilmente raggiungibili della Sierra de Tramuntana e trovandosi in una zona molto turistica, tra i pueblos di Deià e Valldemossa, in estate Cala Deià è molto, molto affollata!

E per una cala così piccola, folla significa spiaggia piena e acqua sporca. È matematico.

Questo vuol dire che dobbiamo eliminare Cala Deià dal nostro itinerario? Assolutamente no! Bisogna però scegliere bene quando andarci! Io onestamente eviterei assolutamente il weekend e cercherei comunque di andare a Cala Deià il mattino presto, molto presto.

La foto qui sotto l’ho scattata una mattina di giugno, alle 7. Guardate il colore dell’acqua!

Nei miei Itinerari su Misura, difficilmente manca una visita al pueblo di Deià, con conseguente discesa a Cala Deià! 

Qui intorno, per altro, ci sono altre calette super segrete, conosciute solo dai maiorchini (e da noi), dove riuscire a trovare riparo dalla folla di Cala Deià, anche in piena estate.

Ma questi segreti del mestiere, li riserviamo ai nostri Viaggiatori su Misura! (Diventa anche tu uno di loro!)

Ristoranti Cala Deià

Uno dei ristoranti più fotografati di Mallorca si trova proprio a Cala Deià. è Cas Patro March, uno splendido locale all’interno di una vecchia casa maiorchina, costruito letteralmente sul mare. Si mangia prevalentemente pesce e tapas tradizionali. Onestamente non ci ho mai mangiato (anche perché il budget attualmente non me lo consente…), ma credo possa valerne la pena, in vacanza, per un pranzo romantico in una location da sogno.

Oltre al Patro March, a Cala Deià c’è anche un altro bar/ristorante, sulla parte destra della spiaggia. Anche qui i prezzi sono leggermente più alti del solito, ma è ottimo per una birretta o un drink nella cornice di Cala Deià.

Alloggiare a Cala Deià

Ragazzi, la zona della Sierra è senza dubbio la più bella dell’isola. Soggiornare qui significa immergersi a pieno nella vera Maiorca, quella che ha fatto innamorare artisti e poeti di tutto il mondo.

Certo, gli alloggi da questa parte sono tendenzialmente più cari, ma se il tuo budget te lo permette… perché no!

In questa zona, naturalmente, ti consigliamo di cercare soluzioni a Deià, Valldemossa e Soller!

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Piaciuto l’articolo? Se ti è stato utile, utilizza i pulsanti qui sopra per condividerlo sui tuoi social oppure lascia un commento qui sotto e ti risponderemo il più rapidamente possibile, grazie!

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • [instagram-feed]
    Cerca...