fbpx

GR 221

Quando ne parliamo, quasi tutti restano increduli. Quando descriviamo le emozioni che proviamo nel percorrere questo cammino, molti non ci prendono sul serio. Eppure proprio a Maiorca, proprio sull’isola delle oltre 300 spiagge, proprio in quella che è considerata una delle principali destinazioni balneari di tutta Europa, esiste un cammino di montagna di quasi 200 km di lunghezza!

Ed è antichissimo, esiste da secoli, anche se solo in epoca recente è stato catalogato come percorso europeo, reso pienamente fruibile al grande pubblico attraverso una serie di interventi volti a migliorarne la sicurezza ed infine attrezzato con una rete di rifugi di tutto rispetto.

Che sia solo per una singola tappa, o che tu voglia percorrerlo per più giorni nella sua interezza, questo cammino ti regalerà panorami, scorci, angoli segreti ed emozioni che mai ti aspetteresti di trovare su un’isola come Maiorca.

Per cui, zaino in spalla, scarponi ai piedi e via. Partiamo per un trekking a Maiorca alla scoperta del GR 221.

Indice articolo

La Sierra de Tramuntana e il GR 221

La sigla GR sta per Gran Recorrido (in italiano, Grande Percorso) ed identifica una rete di sentieri europei a lunga percorrenza presenti principalmente in Francia, Spagna, Italia, Belgio e Paesi Bassi. Caratteristiche essenziali dei GR europei? Essere lunghi almeno 50 Km e prevedere una camminata di minimo 2 giorni.

Il GR 221, chiamato anche Ruta de la Pedra en Sec, è stato il primo percorso a Maiorca, ma non l’unico,  ad essere classificato come Gran Recorrido; ad oggi, attraversa per intero la spettacolare Sierra de Tramuntana, da Port Andratx a sud, fino a Cap de Formentor a nord. E già questa breve descrizione basterebbe a dare un’idea di cosa ti aspetta.

Si perchè la Sierra de Tramuntana, la catena montuosa che percorre tutto l’ovest di Maiorca, non è un luogo. E’ un emozione. E’ un racconto. Ogni singolo passo lungo il GR 221 è un passo in più verso la scoperta dell’essenza dell’isola.

Dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, la Sierra de Tramuntana dipinge un paesaggio tranquillo e tradizionale, lontano dagli affollati centri turistici di Maiorca e che permette di conoscere vestigia storiche, scoprire miti e leggende, conoscere tradizioni e costumi secolari.

Emergendo bruscamente dal Mediterraneo, le sue fantastiche scogliere verticali che si innalzano fino a 1500 metri di altitudine come creste capricciose, formano uno spettacolare connubio fra mare, terra e cielo. Un matrimonio unico, assente in tutte le altre isole Baleari.

👉 La Sierra de Tramuntana è anche teatro del nostro Vivere Canyon, l’escursione più adrenalinica di Maiorca all’interno del Torrent de Pareis. Dà un’occhiata al nostro calendario attività!

ESCURSIONI SU MISURA
  • Escursioni selezionate
  • Esperienze su misura per ogni livello di preparazione
  • Tour Leader italiano e residente a Maiorca
  • Percorsi giornalieri, plurigiornalieri e traversate

Patrimonio e cultura lungo il GR 221

cammino dell'Arciduca Maiorca
Panorama dall'alto della Sierra de Tramuntana

Percorrere il GR 221 ed addentrarsi per giorni fra le cime della Sierra de Tramuntana non significa soltanto godere delle bellezze naturali di quest’isola (che, fra parentesi, sono davvero tante), ma vuol dire anche imparare a conoscere ed amare Maiorca da un altro punto di vista.

Dunque, cosa puoi incontrare lungo questo cammino? Praticamente di tutto: pueblos incantati, vie di montagna lastricate, lavatoi medievali, edifici storici. Senza dimenticare il monastero di Lluc, con la sua basilica ricca di misteri e le antiche celle dei monaci che, ancora oggi, fungono da luogo di sosta per i pellegrini provenienti da tutte le isole Baleari.

E ancora, chiese e case modellate secondo i dettami modernisti di Antoni Gaudì, eremi sperduti fra le montagne, rocce dalle forme assurde ed enormi grotte che ti faranno scoprire la strana storia geologica maiorchina.

Ma soprattutto, camminando lungo il GR 221, scoprirai il vero fulcro dell’economia di Maiorca fin dai tempi dei romani: le possessiones, ossia delle immense tenute agricole che rappresentano, ancora oggi, un micro-universo totalmente isolato ed  autosufficiente.

Infine, oltre a questo patrimonio tangibile e visibile, la Sierra de Tramuntana custodisce incredibili tradizioni ed assurde leggende le cui origini si perdono nel tempo: storie di fantasmi, di strani elfi capricciosi, di miracoli cristiani e musulmani…

Insomma, percorrere il GR 221 è forse l’unico modo che hai per “scrostare” da Maiorca quella visione patinata di meta prettamente turistica che ormai l’isola ha appiccicata addosso.

👉 Non troverai tutto questo in nessuna guida di Maiorca. Per cui scegli di essere accompagnato da noi lungo il GR 221. Richiedi la tua Escursione su Misura.

GR 221: flora e fauna lungo il percorso

capra maiorca
Il nostro Tour Leader Sergio con un'amica

Tutto quanto detto finora, non deve comunque farti mai dimenticare che la Sierra de Tramuntana è l’area con il maggior valore ambientale di Maiorca. Le sue montagne fungono da habitat per molte specie di piante e di animali assolutamente uniche.

L’isolamento territoriale dal resto del continente, infatti, ha reso possibile la proliferazione di specie ormai rare in Europa, se non addiritttura presenti solo a Maiorca! Ad esempio, non sarà raro vederti svolazzare attorno esemplari di avvoltoio monaco, il rapace più grande d’Europa, che ha trovato in Maiorca in luogo ideale per salvarsi dall’estinzione.

All’ombra dei boschi vive un gran numero di piccoli uccelli come la cinciarella, il fringuello o la pernice; durante l’inverno, in fuga dal freddo del nord, arrivano sull’isola migliaia di tordi, mentre in primavera è il turno delle specie nord-africane come il gheppio o il cuculo.

Ma non solo uccelli: il boc mallorquì, una specie di capra completamente diversa da tutte le altre capre del mondo, è il mammifero che vedrai di più lungo il cammino, mentre ricci, volpi, donnole e martore saranno difficili da osservare a causa delle loro abitudini notturne.

La flora è tipicamente mediterranea, con il leccio, il pino e la quercia a fare da padroni; sui pendii più soleggiati vedrai, invece, l’ulivo selvatico, il mirto e, soprattutto, il cárritx, un’erba molto lunga presente praticamente dovunque.

Ma siamo su un’isola…e non possono mancare specie esclusive di Maiorca: il rosmarino delle Baleari, l’estepa joana, con i suoi grandi fiori gialli, o la violet de penyal sono solo alcune delle piante che non troverai in nessun’altra parte del mondo.

GR 221: percorso e tappe

Valldemossa Maiorca
L'arrivo a Valldemossa attraverso il GR 221

Il GR 221 è stato il primo percorso a lunga percorrenza progettato nelle Isole Baleari. Il primo, ma non l’unico, visto che sull’isola è presente anche il GR 222.

Presentato dagli organi competenti del governo maiorchino nel 1996, il GR 221 ebbe una fase di gestazione di 3 anni, durante i quali si realizzò quanto progettato.

Dopo molti anni, un ulteriore piano speciale di revisione approvato nel 2015, diede forma definitiva al tracciato, dettagliando anche il livello di protezione e le attività consentite e/o vietate lungo tutto il percorso.

Ma da dove parte e dove passa il GR 221, ti starai chiedendo? Ebbene, ad oggi il tracciato ufficiale parte da Estellencs ed attraversa tutto l’ovest di Maiorca, passando per alcuni dei pueblos più belli di Maiorca, come Banyalbufar, Esporles, Valldemosa, Deiá, Sóller, Escorca e Pollença.

Ma, in realtà, il percorso è tutt’altro che completo, almeno per quanto riguarda le opere di sistemazione e piena fruibilità del tracciato. Mancano, infatti, le tappe iniziali da Port Andratx e quella finale che porta a Cap de Formentor, più una serie di varianti di raccordo che collegheranno i piccoli centri alle falde della Sierra de Tramuntana con il GR 221.

In questo modo, si potrà accedere al percorso anche da Sant Elm, Galilea, Calviá, Alaró, Bunyola, Fornalutx, Orient e Mancor del Vall. Non è un progetto spettacolare? E scommettiamo che mai ti saresti aspettato di trovare qualcosa del genere a Maiorca!

Perla Vivere Maiorca: il GR 221 è soprannominato Ruta de la Pedra en Sec (in italiano, Percorso della Pietra a Secco) per via di alcuni tratti del cammino e del gran numero di muretti, terrazzamenti, capanne e pozzi costruiti con una speciale tecnica ad incastro che non prevede l’uso di collanti per tenere in piedi le strutture.

I maiorchini se la tramandano da secoli, di generazione in generazione, solo oralmente. Nessun trattato di architetturra, nessuno scritto; solo mille anni di umile e contadina sapienza.

Indicazioni tecniche utili

Rifugio Maiorca
Uno dei rifugi lungo il GR 221

Percorrere il GR 221 è un’avventura fantastica, oltre ad essere un maniera davvero insolita ed alternativa per conoscere Maiorca.

Essendo un percorso a tappe, è chiaramente un’attività esigente dal punto di vista fisico; anche se non presenta particolari difficoltà di natura tecnica, resta pur sempre un percorso di più giorni. Bisogna essere abituati ed allenati a questo tipo di sforzo.

Prima di mettersi in cammino, dunque, dovrai definire, prima di tutto, fin dove sei capace di arrivare fisicamente, per poi capire quanta parte del tracciato coprire, quale tratto e quando farlo. Ecco i nostri consigli:

  • Percorso standard: il tracciato principale del GR 221, quello che va da Estellencs a Pollença per capirci, è lungo 103 Km, che potrai percorrere tranquillamente in 8 tappe.
  • Percorso variabile: ovviamente, le 8 tappe standard possono essere ridotte in 2 casi: o perchè vorrai percorrere tutto il tracciato in meno tempo (si può anche arrivare a coprire i 103 Km in 3 tappe), o semplicemente perchè deciderai di percorrere solo una parte del GR 221. Anche con solo 2 o 3 tappe la Sierra de Tramuntana ti potrà stupire, non preoccuparti.
  • Periodo: primavera ed autunno sono i periodi migliori per potersi avventurare in Sierra de Tramuntana godendo del clime mite di Maiorca. Assolutamente vietata l’estate!!! A meno che tu non voglia letteralmente morire di caldo e sperimentare l’efficientissimo e carissimo servizio di soccorso dell’isola. Qui la lista dei disidratati in cammino che ogni anno chiedono aiuto è molto lunga…
  • Abbigliamento: non sottovalutare Maiorca, mai. A dispetto di ciò che pensano in molti, anche qui, fortunatamente, piove. Quindi occorre essere preparati per eventuali giornate piovose e fredde, magari non dimenticando di portare alcune semplici cose: una felpa, dei pantaloni lunghi ed impermeabili, una giacca antipioggia e delle scarpe in goretex impermeabili ti torneranno molto utili.
  • Attrezzatura: scarpe rigorosamente da trekking, uno zaino tecnico che non ecceda i 10 Kg di peso, un cappellino, una crema solare, dei bastoni da trekking ed un repellente anti-insetto completano il tuo kit del perfetto escursionista maiorchino.

Ah, non dimenticare l’occorrente per dormire nei rifugi: asciugamani, un set da bagno basico, delle scarpe per far riposare i piedi la sera e, soprattutto, dei tappi per le orecchie. I posti letto sono in camerate condivise in cui potresti trovare dei russatori da competizione!

E se proprio non vuoi prenderti la briga di organizzare tutto da solo, se vuoi essere accompagnato da chi conosce a menadito la Sierra de Tramuntana e se vuoi immergerti totalmente nel GR 221 scoprendone tutti i piccoli segreti di cui abbiamo parlato, scegli fra una delle nostre Traversate e richiedi la tua Escursione su Misura. 

Saremo felici di condividere questa fantastica avventura insieme a te!

Vuoi conoscere tutto dell’isola per preparare al meglio il tuo viaggio a Maiorca? Iscriviti alla nostra newsletter!

Vuoi conoscere tutto dell’isola per preparare al meglio il tuo viaggio a Maiorca? Iscriviti alla nostra newsletter!

newsletter vivere maiorca

Piaciuto l’articolo? Se ti è stato utile, utilizza i pulsanti qui sopra per condividerlo sui tuoi social oppure lascia un commento qui sotto e ti risponderemo il più rapidamente possibile, grazie!

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • [instagram-feed]
    Cerca...