fbpx

Cala Pi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Oggi scopriamo Cala Pi, una delle spiagge più belle del sud di Maiorca, nonché una delle più fotografate!

Cala Pi è tra le spiagge da non perdere a Maiorca se:



  • alloggi a Palma e non hai voglia di spostarti troppo;
  • alloggi nella zona di S’Arenal e non hai voglia di spostarti troppo;
  • cerchi un posto dove puoi parcheggiare a due passi dalla spiaggia, senza dover camminare troppo;

Sto dicendo che è una spiaggia per soli pigri? Forse. Ma al di là di questo, Cala Pi è una cala davvero carina e che vale la pena vedere!

Pur essendosi ormai convertito in un posto molto turistico, spesso eccessivamente frequentato in alta stagione, Cala Pi nasconde un paio di segreti che noi di Vivere Maiorca abbiamo deciso di svelarti, in fondo all’articolo…

Indice articolo

Cala Pi, tra le più fotografate di Maiorca

Fa parte del municipio di Llucmajor e si tratta di una caletta sabbiosa all’interno di una lunga insenatura: Cala Pi, infatti, penetra per circa 500 metri all’interno, stretta tra due costoni rocciosi ricoperti da una folta pineta che creano un ambiente suggestivo e fotogenico, specie dall’alto!

Come quasi tutte le calette vergini di Maiorca (o almeno quasi tutte quelle che piacciono a me), Cala Pi non dispone di ombrelloni e sedie sdraio. Ad ogni modo, trovare posto non è quasi mai un problema, grazie proprio alla sua lunghezza di cui accennavo poco fa: insomma, forse nei giorni affollati dovrai rinunciare a piazzarti comodamente a due passi dal bagnasciuga, ma troverai sempre un angolo libero e tranquillo!

Allontanandoti dalla riva, verso l’entroterra, ti imbatterai in un paesaggio piuttosto curioso: un piccolo torrente, che nei mesi più piovosi termina il suo corso in mare, circondato dalla tipica vegetazione lacustre, che per un attimo ti destabilizzerà, portandoti a chiedere come tutto a un tratto ti sia ritrovato in Florida.

Ma niente paura, è solo un’illusione. Sei sempre a Maiorca e non ci sono coccodrilli.

Ah, mi raccomando: prima di scendere la scalinata che porta alla spiaggia, non dimenticare di fare la mitica foto sulla “passerella” naturale che domina la spiaggia! Attento a non cadere di sotto, possibilmente!

Cala Pi: i servizi della spiaggia

Ripeto: niente ombrelloni, sdraio e lettini.

Tuttavia, risalendo i gradini che costituiscono l’unica via d’accesso alla spiaggia, ti vedrai circondato di bar, chioschi, piccoli supermercati e tutto ciò che costituisce l’urbanizzazione di Cala Pi. Per la gioia di quelli che proprio non ce la fanno a stare in spiaggia senza una una birra fresca in mano (e io, ahimé, ne conosco parecchi!).

Tra parentesi, il “pueblo” di Cala Pi non è niente male: un posto tranquillo, dove graziose villette godono di una vista invidiabile, data la posizione rialzata del paesino. Non una cattiva idea se cerchi un posto calmo e silenzioso dove alloggiare a Maiorca

Cala Pi: come arrivare?

Quando facevo riferimento alla pigrizia, nella prima parte dell’articolo, parlavo principalmente di me. Quando io e i miei amici abbiamo voglia di andare in spiaggia, ma senza spostarci troppo da Palma, spesso scegliamo proprio Cala Pi! Non è la spiaggia più incantevole di Maiorca, sia chiaro ma è un compromesso perfetto tra bellezza e comodità.

In auto, da Palma, ci vogliono circa 40 minuti. La strada più semplice è quella che passa per Llucmajor e che comprende, poi, la Ma-6015. Si parcheggia facilmente, e gratuitamente, a due passi dalla spiaggia.

Chi non ha a disposizione un’automobile, può comunque raggiungere Cala Pi: da Palma o dall’Arenal, l’autobus da prendere è il 525.

Attenzione però: il periodo migliore in cui godersi Cala Pi è maggio/giugno. In piena estate, come spesso capita con calette minuscole come questa, la spiaggia è decisamente sovraffollata e l’acqua molto sporca. 

Dove alloggiare a Cala Pi

Come dicevo, nell’urbanizzazione di Cala Pi sono presenti diverse strutture turistiche (principalmente appartamenti).

Per alloggiare nei dintorni di Cala Pi, ti segnaliamo sicuramente Sa Rapita (che si trova anche a due passi da Es Trenc) e naturalmente El Arenal (leggi l’articolo sull’Arenal prima di prenotare, perché è una zona un po’ particolare e non sempre consigliata).

 

Ecco qui i “segreti” di cui ti parlavo. Cala Pi non è solo spiaggia, come vedi!

Spero che questo articolo su Cala Pi ti sia piaciuto e ti possa essere utile.

Sinceramente, mi trovo sempre in difficoltà quando devo descrivere spiagge del genere, gli aggettivi disponibili sono davvero pochi (o almeno quelli che io conosco) e l’unico modo per capire davvero cosa si provare a stare in paradisi naturali del genere è, semplicemente, andarci. E lo stesso vale per Calo des Moro, Cala Deìa e tutte le altre.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Piaciuto l’articolo? Se ti è stato utile, utilizza i pulsanti qui sopra per condividerlo sui tuoi social oppure lascia un commento qui sotto e ti risponderemo il più rapidamente possibile, grazie!

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • [instagram-feed]
    Cerca...